Madonnella battuta dal Red Padel. Sebastiani: “E’ comunque una bellissima esperienza”

L’avventura della squadra di padel della Madonnella nella “Coppa dei Club” organizzata dall’ente promozionale Msp prosegue tra divertimento e socialità. Nel match disputato domenica scorsa presso i campi di casa del circolo di via di Villa Grazioli, il circolo di Grottaferrata ha ceduto al cospetto del forte Red Padel per 4-0, anche se il punteggio è eccessivamente severo per l’impegno e l’abnegazione messi in campo dai ragazzi della Madonnella.

Nel primo incontro maschile

Nel primo incontro maschile Massimo Ricci e Bernardo Brecci hanno perso solo al super tie break, mentre nel successivo match femminile Federica Molinari e Veronica Vitale hanno ceduto 4-6, 3-6. Meno battaglia nell’altro match maschile tra Claudio Cipullo e Gabriele Gesmundo che hanno ceduto in due set, mentre è stata un’autentica “maratona” la sfida del misto con la Madonnella che ha schierato Paolo Pereno e Chiara Sebastiani i quali si sono arresi solo al super tie-break per 9-11. Ma soprattutto è stata un’altra giornata di condivisione e socialità, come nel più classico spirito del circolo di Grottaferrata.

Chiara Sebastiani

“L’esperienza di partecipare alla Msp è davvero molto importante – dice Chiara Sebastiani – Mi permette di crescere e giocare per una squadra, vivendo dei bei momenti con tante persone che mi vogliono bene e che ci sostengono in questa avventura. Abbiamo incontrato degli avversari molto leali e la partita che abbiamo giocato è stata tirata fino all’ultimo. Purtroppo non siamo riusciti a spuntarla, ma non demordiamo e ci riproveremo la prossima volta. Voglio rivolgere un sentito ringraziamento alla Madonnella per aver formato questa squadra: un’esperienza bella dentro e fuori dal campo per tutti noi”. Molto belle anche le parole del capitano del Red Padel Daniele Assogna. “E’ stata una bellissima giornata di sport e padel.

La Madonnella ci ha accolto in maniera fantastica sia prima che durante e dopo la gara con un “terzo tempo” di stampo rugbystico. Il risultato finale è un po’ bugiardo perché almeno tre partite sono state molto combattute e due le abbiamo vinte al super tie-break, ma anche il match femminile è stato molto tirato”.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Emanuele Bompadre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.