Una moda? Forse, ma  i numeri parlano chiaro una crescita esponenziale che dal 2013, da quando in Italia abbiamo iniziato a sentire la parola padel o paddle che dir si voglia, ha coinvolto moltissime persone dal nord al sud della penisola.

Siamo passati da un numero di tesserati che sfiorava i 200 del 2013 ai 1000 dello scorso anno, e, logicamente, sono aumentati i circoli e le strutture dove poter praticare. Con molte probabilità il successo di questo sport deriva anche dall’avvicinarsi alla disciplina di molti giocatori di calcio, da Totti a Mancini passando per Florenzi ai diversi vip che ogni giorno calcano i campi italiani e dalla voglia di molti addetti del settore di promuovere a titolo gratuito.

Oltre ai giocatori amatoriali, alcune soddisfazioni ce le stiamo togliendo anche a livello internazionale dove agli ultimi mondiali a Palma de Maiorca gli azzurri hanno ben figurato con un ottimo quarto posto per le donne ed un sesto per gli uomini.

In questi giorni inoltre si sta svolgendo il VI Torneo Internazionale di padel al Foro Italico, con un affluenza elevatissima, 128 le coppie presenti tra maschile e femminile, e che ha attirato importanti sponsor, primo fra tutti Estathé, mainsponsor dell’intera manifestazione.

Anche il Comitato Paddle FIT, sempre attento nel valutare l’importanza del fenomeno, ha cambiato il proprio logo in vista delle fasi finali del Torneo e all’arrivo, tra una settimana dei Pro, tra cui il leader del ranking mondiale Fernando Belasteguin.